domenica 5 aprile 2015

Le cento cose da fare per essere un Signore del Male Migliore




I Paladini ti Bullizano? I chierici Buoni ti sfottono? L figlie innamorate ti tradiscono? Non sai gestire gli accessi alla tua roccaforte del terrore ?

Non ti preoccupare, da oggi siamo qui per aiutarti con uno dei classici studiato in tutte le scuole Fantasy per Signori del Male :

Le cento cose da fare per essere un 
Signore del Male Migliore

Ora anche in tre pratiche dispense in tutte le edicole

Negli anni Noi signori del Male siamo stati rappresentati come degli schiocchi narcisisti bisognosi di attenzione che ad ogni occasione buona vi raccontano i loro problemi o i loro piani malvagi. 
Basta !
Ti offriamo la possibilità di uscire da questo triste stereotipo grazie alle nostre 100 regole per migliorare la tua malvagità  latente.
Grandi menti come Sauron, Skeletor, Gamba di Legno sono state sconfitte perché non hanno seguito le nostre regole.
Pensa invece a Veit, Ownka o a Peppino o' mariuolo .
Cosa .... non li conosci ?
Sai perché ? 
Perché nessuno li ha sconfitti e nessuno se ne va in giro a parlare più del dovuto del loro regno del terrore. Non avevano pulsanti dell'autodistruzione o lunghi monologhi da fare ma hanno invece studiato attentamente le nostre cento regole.

Ma tagliamo corto, invia 100 monete d'oro al nostro indirizzo di posta magica e poi prosegui con la lettura delle :


Le Cento cose da fare per essere un 

Signore del Male migliore


parte 1:


Iniziamo

1. Le mie Legioni del Terrore saranno dotate di elmetti con visiere di plexiglas trasparenti, non con visiere che nascondono la faccia.
2. I miei condotti di ventilazione saranno troppo piccoli per poterci strisciare dentro.
3. Il mio nobile fratellastro, a cui ho usurpato il trono, verrà ucciso, non tenuto rinchiuso anonimamente in una cella dimenticata della mia prigione.
4. Sparare non sarà troppo poco per i miei nemici.
5. L’artefatto che è la fonte del mio potere non sarà custodito sulla Montagna della Disperazione oltre il Fiume di Fuoco, sorvegliato dai Draghi dell’Eternità. Si troverà nella mia cassaforte. Lo stesso accadrà all'oggetto che rappresenta il mio unico punto debole.
6. Non mi farò beffe dei guai dei miei nemici prima di ucciderli.
7. Quando avrò catturato il mio avversario e lui dirà, “Senti, prima di uccidermi, potresti almeno dirmi che significa tutto questo?”, io risponderò, “No.” e gli sparerò. Anzi, ripensandoci, gli sparerò e poi gli dirò “No.”
8. Dopo che avrò rapito la bella principessa, ci sposeremo immediatamente con un tranquillo rito civile, non con un sontuoso spettacolo di tre settimane durante il quale la fase finale del mio piano arriverà a compimento.
9. Non includerò un meccanismo di autodistruzione a meno che non sia assolutamente necessario. Se fosse necessario, non sarebbe un grosso bottone rosso etichettato “Pericolo: Non Premere”. Il grosso bottone rosso etichettato “Non Premere” scatenerà invece una salva di proiettili su chiunque fosse stato stupido da non dargli retta. Alla stessa maniera, l’interruttore ACCESO/SPENTO sarà etichettato in maniera da non essere individuato chiaramente.
10. Non interrogherò i nemici nella mia stanza privata – un piccolo albergo ben al di fuori dei miei confini andrà bene lo stesso.
11. Sarò sicuro della mia superiorità. Per questo, non sentirò il bisogno di provarla lasciando indizi sotto forma di indovinelli o mantenendo in vita i miei nemici più deboli per mostrare loro che non rappresentano nessuna minaccia.
12. Uno dei miei consiglieri sarà un bambino normale di cinque anni. Ogni difetto del mio piano che sarà in grado di individuare verrà corretto prima della realizzazione.
13. Tutti i nemici uccisi saranno cremati, o per lo meno verranno svuotati numerosi caricatori sui loro corpi, e non verranno dati per morti in fondo ad un crepaccio. L’annuncio delle loro morti, così come ogni celebrazione conseguente, sarà rinviato fino all’applicazione delle summenzionate disposizioni.
14. L’eroe non ha diritto ad un ultimo bacio, un’ultima sigaretta, od ogni altra forma di ultima richiesta.
15. Non impiegherò mai un dispositivo con un conto alla rovescia digitale. Se dovessi capire che un tale dispositivo è assolutamente necessario, lo programmerò per attivarsi quando il contatore raggiunge 117 e l’eroe sta ancora iniziando il suo piano.
16. Non dirò mai la frase “Ma prima che ti uccida, c’è un’ultima cosa che voglio sapere.”
17. Quando impiegherò persone come consiglieri, terrò occasionalmente conto dei loro consigli.
18. Non avrò un figlio. Sebbene il suo ridicolo ed improvvisato tentativo di usurpare il potere sia destinato a fallire banalmente, ciò fornirebbe una distrazione fatale in un punto cruciale dello sviluppo degli eventi.
19. Non avrò una figlia. Sarebbe tanto bella quanto malvagia, ma uno sguardo al viso robusto dell’eroe basterebbe a farle tradire il padre.
20. Nonostante il suo comprovato effetto rilassante, non indulgerò in risate maniacali. Durante queste, risulta troppo facile non accorgersi di sviluppi inaspettati, a cui potrebbe reagire un individuo più attento.
21. Assolderò uno stilista di talento per creare delle uniformi originali per le mie Legioni del Terrore, in contrasto con quelle economiche e fatte in serie che le fanno assomigliare a soldati nazisti, fanti romani, oppure orde di mongoli selvaggi. Tutti questi eserciti furono alla fine sconfitti, ed io voglio che le mie truppe abbiano una disposizione mentale più positiva.
22. Non importa quanto io sia tentato dalla prospettiva di potere illimitato, non consumerò nessun campo di energia più grande della mia testa.
23. Manterrò un deposito speciale di armi a bassa tecnologia ed addestrerò le mie truppe al loro uso. In questa maniera – anche se gli eroi riuscissero a neutralizzare il mio generatore di energia e/o a rendere inutili le armi energetiche in dotazione – le mie truppe non saranno sopraffatte da una manciata di selvaggi armati di lance e pietre.
24. Manterrò una visione realistica delle mie forze e delle mie debolezze. Anche se questo toglie un po’ di divertimento al lavoro, almeno non pronuncerò la frase “No, non può essere! IO SONO INVINCIBILE!!!” (Dopo ciò, la morte giunge di solito istantaneamente.)
25. Non importa come ci riuscirò, non costruirò mai nessun tipo di macchinario che sia completamente indistruttibile tranne per un piccolo punto vulnerabile virtualmente inaccessibile.
26. Non importa quanto siano attraenti determinati membri della ribellione, ci sarà probabilmente qualcuno altrettanto attraente che non cerca di uccidermi. Per questo, ci penserò due volte prima di ordinare che un prigioniero venga portato nella mia camera da letto.
27. Non costruirò mai un singolo pezzo di qualcosa di importante. Tutti i sistemi fondamentali avranno pannelli di controllo e fonti di energia ridondanti. Per lo stesso motivo, porterò in giro in ogni momento almeno due armi completamente cariche.
28. Il mio animale mostruoso sarà tenuto in una gabbia sicura, dalla quale non possa scappare e nella quale io non possa accidentalmente cadere.
29. Mi vestirò in colori chiari e vivaci, così da mandare i miei nemici in confusione.
30. Tutti i prestigiatori maldestri, gli scudieri impacciati, i bardi senza talento, ed i ladri codardi della zona saranno preventivamente messi a morte. I miei nemici sicuramente lasceranno perdere e abbandoneranno la loro missione se non avranno accanto una fonte di sollievo comico.
31. Tutte le ingenue e prosperose fanciulle da taverna nel mio regno saranno rimpiazzate da cameriere arcigne e stanche della vita che non forniranno nessun rinforzo inaspettato e/o sottotrama romantica all’eroe o al suo aiutante.
32. Non esploderò di rabbia ed ucciderò un messaggero che mi porta cattive notizie solo per far vedere quanto io sia realmente malvagio. I buoni messaggeri sono difficili da trovare.
33. Non richiederò ai membri femminili di alto rango nella mia organizzazione di indossare un top di acciaio inossidabile. Il morale migliora con un codice di abbigliamento più casual. Allo stesso modo, corredi realizzati interamente in pelle nera saranno riservati alle occasioni formali.


Continua ...


Storia della Evil Overlord List


La Evil Overlord List (in italiano Lista del Cattivo), anche conosciuta come If I Were An Evil Overlord (Se fossi un Cattivo), è una delle numerose liste popolari delle azioni pianificate che un abile Personaggio Malvagio deve seguire se vuole evitare le ben-note gaffe elencate nella letteratura dei romanzi popolari. Tipicamente tale lista è giustificata e spiegata con ironia. Le liste sono state compilate dagli appassionati di fantascienza durante un ampio arco di tempo, e le copie che si possono trovare su Internet variano per il numero e l'ordine dei punti nella lista.

Le più famose liste specifiche, tutte riferite col nome di Evil Overlord List, furono stilate pressoché contemporaneamente. Tutte furono pubblicate sul web nei primi anni novanta. La lista originale, meno conosciuta, fu stilata nel 1990 dai membri dell'ormai defunto FidoNet Science Fiction and Fandom (SFFAN) mail echo. La lista di FidoNet iniziò nel 1988 con una scenetta del Saturday Night Live con cattivi di Bond che pubblicizzava il libro "What Not To Do When You Capture James Bond" (Cosa non fare quando catturi James Bond). La lista originò così da una serie di discussioni riguardo a cosa sarebbe potuto essere in tale libro.
Più conosciuta fu la lista pubblicata successivamente da Peter Anspach nel 1994 (da qui il titolo occasionale "Peter's Evil Overlord List") basata sulla discussione informale alle convention e sui forum online nei primi anni novanta. È di conseguenza diventata una delle più conosciute parodie della cattiva letteratura SFF, frequentemente nominata su internet. Fu originariamente chiamata "The Top 100 Things I'd Do If I Ever Became An Evil Overlord" (Le prime 100 cose che farei se fossi un Cattivo) ma crebbe oltre i 100 punti.