venerdì 8 maggio 2015

Campagna scaglie di cristallo: Rospi e Serpenti (ndm e che è Naruto?)





Riepilogo delle avventure della nostra compagnia, finito il modulo precedente queste sono avventure originali e quindi senza spoiler



ndm : nota del master

Alla fine della storia la nuova rubrica in contemporanea con il recap delle avventure "dalla parte del DM" dove io il "dm Malvagio" vi spiegherò come era stata pensata l'avventura e come si sono comportati i pg.

  • L'impavida nana, guerriero 6/ difensore nanico 1
  • Il saggio umano, chierico 7 di Oghma
  • Il rigido umano, duskblade liv 7
  • Il senzatetto elfo, druido liv 7 (con lupo)
Cos'è successo fino ad ora :
Il gruppo dopo essere stato spedito come schiavi nel sottosuolo riesce a fuggire cadendo in un fiume sotterrano. La nana ed il Saggio, unici sopravvissuti, approdano su di un'isola dove incontrano il rigido ed il Senzatetto. Dopo una breve esplorazione fanno scattare un'antica trappola che li fa precipitare in un buco sotterraneo ritrovandosi direttamente nella valle dimenticata del SOTTOSUOLO DEL SOTTOSUOLO.





Il gruppo si allontana dalla zona paludosa della foce del fiume portando con loro la sventurata che hanno salvato. Una volta arrivati in un luogo sicuro all'interno della foresta, si fermano per controllare le condizioni della donzella; fortunatamente è ancora viva anche se parecchio malconicia ed i rimedi da strada del senzatetto, uniti alle cure professionali del saggio, riescono a farla riprendere.
Il linguaggio dell'indigena è incomprensibile e quindi provano un approccio il più possibile soft, cercando di fargli capire a gesti di essere persone perbene e che può fidarsi.
Ci crede davvero, poverina! Deve essere proprio disperata. Segue un messaggio alla clientela indigena: l'ufficio traduzioni è momentaneamente chiuso, per una migliore comunicazione si prega di attendere l'alba.

Resoconto della chiaccherata:
  • Lei fa parte dei serpentidi, una delle due principali tribù che abitano il sottosuolo del sottosuolo, l'altra sono i rospi e sono quelli cattivi.(ndm lo dite voi è solo che lei è pheega)
  • E' stata rapita insieme a sua sorella per fare un sacrificio al granchione OGM e la causa del rito è l'apertura che si è creata nella volta.
  • Afferma che la sua gente è affetta da una terribile malattia che li sta debilitando. Suo fratello maggiore e altri guerrieri della Tribù sono andati nella foresta a cercare il rimedio da molto tempo e non sono più tornati. 
gnoccolona Serpentide ,sperano che la sorella regga il passo
Impossibile evitare la lacrimuccia. Gli propongono di riportarla al suo villaggio ma lei chiede di cercare prima sua sorella, con la scusa che il solo fatto di saperla in mano ai rospacci la divora.(ndm vorrei vedere voi se vostra sorella fosse in mano a dei rospi di un metro e mezzo)
Il gruppo ci pensa un attimo valutando i pro e i contro. Ma cosa vuoi, con quegli occhioni da rettile così tristi, la voce suadente anche se un pò biascicata, la sfortuna che ha perseguitato la sua famiglia ed il fatto di avergli donato un unguento capace di tenere lontano gli insetti, sono tutti elementi che giocano a suo favore e la successiva meta diventa il covo principale dei rospacci. Durante il viaggio il Duskblade è costretto ad ammettere un'amara sconfitta; gli occhi della fanciulla sono tutti per il saggio: eruditi free lance 1 - combattenti magici 0.
Il luogo che devono raggiungere è un'ampia ansa del fiume che attraversa la foresta. Camminano molto prima di arrivarci, e la donna non perde occasione di insegnargli qualcosa sul come vivere nella giungla meritandosi il soprannome di Jane, il saggio nei panni di Tarzan però non ce lo vede nessuno e se vuole andare al sodo dovrà impegnarsi più del previsto: di sicuro il senzatetto sarebbe un ottimo Cita.
villaggio nella palude
La zona in cui dimorano i rospacci non è molto dissimile dalla precedente, formata da grossolane abitazioni in argilla, inzuppate come bigne al cioccolato nel pan di spagna dell'acquitrino. Questa volta, in aggiunta, vi sono alcune guardie ed una palizzata in legno a circondarla. Lasciata l'indigena in un luogo sicuro, decidono per l'azione nello stile commandos che tanto piace all'impavida. Il gruppo sincronizza i comodi orologi ad acqua e prima di iniziare il raid, per l'occasione, indossano un pigiamone bianco con un cappello scuro ed entrano nel bel mezzo del villaggio al grido: guerrieri rospini! ..... Giochiamo a fare la guerra? (ndm oddio che guazzabuglio di citazioni, per capirle tirate 35 o più su conoscenza degli anni 80)
Il saggio, con l'impavida ed il lupo, appaiono al centro delle strutture in maniera fulminea, il senzatetto ed il rigido si avvicinano volando. L'animale azzanna il primo guerriero rospo a portata di mano e lo fa cadere nell'acqua, all'avversario piace e decide di rimanerci girandosi più volte su se stesso come un bambino: reminiscenze dei giochi infantili di un rospetto. La guerriera si getta nel mezzo di un gruppetto ed inizia a creare il panico, il chierico si lancia volare e si muove tenendosi lontano dalle lance nemiche. Gli altri due non pervenuti. Iniziano a cadere i primi nemici sotto i colpi della nana ed i morsi del lupo, mentre il saggio si avvicina pericolosamente alla capanna centrale. Il senzatetto ed il rigido appaiono in lontananza. I tre continuano a farsi valere ed i primi rospi si danno alla ritirata impauriti dal micidiale assalto, a dispetto degli intenti, molto poco sincronizzato. Finalmente i due volanti vedono il recinto del villaggio ed il rigido fa subito conoscenza di due guerrieri che saltano fuori dall'acqua con la lancia spianata, non li considererà nemmeno: odia essere in ritardo.
Appena si riuniscono fanno il punto della situazione, ritirano fuori i comodi orologi ad acqua ed ognuno legge l'orario: 16.32 per il saggio, 16.42 per l'impavida che è sempre avanti, il lupo batte quattro volte i denti con una zampa alzata (tradotto vuol dire 4.00 pm), 15.32 per il rigido che non ha ancora aggiornato all'ora legale, quello del senzatetto non funziona. Praticamente i primi tre sono arrivati insieme soltanto grazie alla porta dimensionale comune: questa volta la ditta di trasporti ha toppato.

Il chierico se la prende per tanta imprecisione, decidendo di andare a calmarsi dentro ad una capanna nonostante l'invito a non fare l'offeso da parte degli altri, ma lui non vuole sentire ragioni. Fatto sta che appena si avvicina all'ingresso, qualcuno da dentro gli sbava sul petto con una lingua appiccicosa grande il triplo dei comuni rospacci: un po' si spaventa.(ndm alla faccia della libertà di movimento a comando) Ora che si sono sincronizzati il gioco della guerra riprende a ritmo incalzante. Da dentro la capanna, forse svegliato dai rumori esterni, salta fuori Re Rospo mostrando tutta la sua possanza, impugnando una lancia che sembra più una colonna di un tempio greco. Gracida il suo disappunto per tanta arroganza ed i sudditi rimasti, da bravi sottoposti, si infervorano appoggiandolo incondizionatamente. Mena come un fabbro, ma nulla può contro le rigide mazzate del duskblade, l'impavidità della guerriera, i morsi affettuosi del lupo, le sagge magie del chierico e quelle naturali del druido. Re Rospo cade senza ritornare in forma umana come nelle fiabe: lui era fiero.
Questa volta il gruppo si prende la briga di cercare tra le capanne e di interrogare un sopravvissuto (fatto del tutto casuale). La sorella della serpentide, che li ha raggiunti una volta finito il trambusto, non c'è. Ma sanno che è stata li per un breve periodo e che, molto probabilmente, se ne è andata con una specie di sciamano.

Dove? E siamo sicuri sia ancora viva?
Ma soprattutto, alla fine della storia, riuscirà il saggio nell'impresa di farsi la bella indigena? Inoltre, chi ha spinto i rospi a comportarsi così male? E chi ha spinto, chi ha spinto i rospi a comportarsi male?
Tutto questo nella prossima puntata solo su sottosuolo del sottosuolo channel.
Uno o più 'mbuto: parola di storyteller.

Storia di Lorenzo "Shazzy" Pretini




Dalla Parte del DM


Rieccoci ancora una volta dall'altra parte dello schermo del DM.
Questa avventura ci da un altro scorcio sulla vita nelle paludi ed è solamente la prima parte di due visto che hanno impiegato un sacco di tempo per risolvere la faida nel villaggio.

Devo dire che  il gdr dopo la liberazione della Serpentide è stato buono ma come al solito si sono lasciati andare in eccessive elucubrazioni durante gli scontri, fatto sta che ho dovuto togliere qualcosa e far partire prima lo sciamano altrimenti era un gran casino.

L'avventura è stata creata in maniera basilare, un semplice villaggio su di un'ansa del fiume  con guardie lungo il perimetro e un allevamento di rospi da guerra (che poi ho rimosso).

L'idea era piazzare un villaggio con alcune difficoltà: le sentinelle e l'acquitrino che limitava la mobilità e vedere come reagivano.

Infatti le sentinelle non le hanno cagate e sull'acquitrino ci sono volati sopra ....

Lo sciamano ho preferito toglierlo ed inserirlo nella seconda parte, perché se avesse curato a manetta il Re rospo  sarebbe stato troppo forte.

Per creare il re rospo ho applicato le caratteristiche di un boggard ad un gigante delle colline, ho aumentato l'attacco con la lingua a 6 metri e l'ho munito del talento Carica in Salto (in pratica possono saltare come caricare)

Scontro con il king divertente che ha impegnato la nana, proprio per questo alla fine è stata ricompensata con un arma nuova.

Il saggio invece con questo utilizzo gratuito della libertà di movimento si rivela il più Overpower seguito a ruota da lupo del Druido vero perno portante dei combattimenti.

Per quanto riguarda i tesori, visto che qui non c'è metallo e carta , ho creato delle pergamene su corteccia e le armi sono composte da osso, selce e quelle più potenti in schegge di Durium.

La lancia trovata dalla nana come ricompensa è una normale lancia che però a 1 punto di ferimento, ovvero ogni volta che colpisce si perde un punto ferita per i round successivi fino ad un check di guarigione, i punti persi sono cumulabili con altri attacchi.

Detto questo vi aspetto alla prossima puntata dove ci sarà un mostro completamente rielaborato e presentato sotto mentite spoglie che darà del filo da torcere al party.

Saluti

by Igor "T-Red" Piccirillo